Modalità di richiesta

La persona che effettua il cambiamento di indirizzo all'interno del territorio comunale deve presentare una comunicazione entro 20 giorni dal trasferimento. E' possibile comunicare il trasferimento di residenza direttamente allo sportello dell'Ufficio Anagrafe, oppure trasmettere la modulistica:

- per raccomandata indirizzata a Comune di Barberino Val d'Elsa Ufficio Anagrafe via Cassia n. 49 50021 Barberino Val d'Elsa

- per fax al numero 055 8075668

- per via telematica all'email m.parrini@barberinovaldelsa.net - m.sancasciani@barberinovaldelsa.net o tramite PEC all'indirizzo demografici.barberinovaldelsa@postacert.toscana.it

La trasmissione per via telematica è consentita ad una delle seguenti condizioni:

1. che la dichiarazione sia sottoscritta con firma digitale

2. che il dichiarante sia identificato dal sistema informatico con l'uso della Carta d'identità elettronica, della carta nazionale dei servizi, o comunque con strumenti che consentano l'indentificazione

3. che la dichiarazione sia trasmessa attraverso la casella di posta elettronica certificata del dichiarante

4. che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d'identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice.

Documentazione da presentare

I documenti da allegare sono i seguenti:

- copia del documento d'identità del richiedente e delle persone che trasferiscono la residenza insieme al richiedente

- per cittadini di STATO non appartenente all'Unione Europea, la documentazione è indicata nell'allegato A

- per cittadini di STATO appartenenete all'Unione Europea, la documentazione è indicata nell'allegato B

- per ogni soggetto in possesso di patente di guida, è necessario conoscere i dati della patente

- per ogni soggetto proprietario di autoveicolo o intestatario di targa di ciclomotore, è necessario conoscere i dati del libretto di circolazione

Ulteriori adempimenti previsti dal D.L. 28 marzo 2014, n. 47, titolato «Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015», convertito con modificazioni nella legge 23/5/2014, n. 80,  in vigore dal 29 marzo 2014.

L’art. 5 – primo comma - del Decreto Legge n. 47/2014, convertito con modificazioni dalla Legge n. 80/2014, dispone: “chiunque occupa abusivamente un immobile senza titolo non può chiedere la residenza né l'allacciamento a pubblici servizi in relazione all'immobile medesimo e agli atti emessi in violazione di tale divieto sono nulli a tutti gli effetti di legge”. Quindi, In applicazione a tale nuova normativa, la residenza si basa non solo sull’effettiva dimora abituale ma anche sulla regolarità del titolo di occupazione dell’immobile. E’ pertanto necessario presentarsi allo sportello con la copia del titolo registrato che consente di occupare l’immobile: contratto di compravendita, comodato, usufrutto, locazione ecc. Se la dichiarazione di residenza riguarda persone diverse dal contraente (parenti, affini, non intestatari del titolo di occupazione , ecc) occorre presentare la dichiarazione di assenso del proprietario, fornita dall’ufficio al momento della richiesta di iscrizione anagrafica o di cambio di abitazione oppure scaricabile direttamente dalla sezione Modulistica - Anagrafe, Stati Civile, Elettorale - Dichiarazione di residenza -  dichiarazione assenso del proprietario.

Conseguenze in caso di false dichiarazioni

In caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, che dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace. Il comma 4 ribadisce inoltre quanto già previsto dal1'art. 19, c. 3, del D.P.R. n. 223/1989, in merito alla segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti.

Tempi

Gli effetti giuridici delle dichiarazioni decorrono dalla data di presentazione. Entro i 2 giorni lavorativi successivi alla presentazione della dichiarazione sarà variato l'indirizzo e si potrà ottenere il certificato di residenza con il nuovo indirizzo.  Il Comune entro 45 giorni dalla presentazione della dichiarazione procede all'accertamento dei requisiti cui è subordinata la variazione anagrafica (innanzi tutto l'effettiva dimora abituale). Trascorso tale termine senza che siano pervenute comunicazioni negative, la variazione di indirizzo è confermata.

Informazioni

Nel caso di trasferimento di un intero nucleo familiare, la denuncia può essere presentata da uno qualsiasi dei componenti la famiglia, purché maggiorenne. Chi effettua la denuncia deve sapere indicare i dati anagrafici e i codici fiscali di tutti i componenti il nucleo familiare.

Normativa di riferimento

L. 35/2012

Riferimenti e contatti

Ufficio
Demourp
Referente
Marinella Parrini
Responsabile
dott. Rocco Cassano
Indirizzo
via Cassia n°49 Barberino Val d'Elsa
Tel
055 8052209
Fax
055 8075668
E-mail
m.parrini@barberinovaldelsa.net

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *