Descrizione

Il servizio di affissione di manifesti e locandine negli spazi pubblici del Comune è gestito dall'Ufficio Tributi.

Documentazione da presentare

Per l’istallazione dei mezzi pubblicitari


1. Mezzi pubblicitari visibili esclusivamente da strade comunali

  • Presentare D.I.A. (Dichiarazione Inizio Attività) all’Ufficio Tecnico Comunale
  • Comunicazione all’Ufficio Tributi Comunale  secondo il modello Allegato
  • Per le frecce indicatorie deve essere richiesto specifico Nulla Osta alla Polizia Municipale e successivamente deve essere fatta comunicazione all’Ufficio Tributi .

2. Mezzi pubblicitari visibili da strade Provinciali, Regionali, Statali

  • Rilascio Autorizzazione dall’ente proprietario della strada (Provincia).
  • Presentazione D.I.A. (Dichiarazione Inizio Attività) all’Ufficio Tecnico Comunale.
  • Comunicazione all’Ufficio Tributi per l’addebito dell’imposta dovuta secondo il modello allegato.

Si precisa  che la Provincia di Firenze  in base all’art 4  del Regolamento  per l’applicazione del Canone di Occupazione Spazi ed Aree Pubbliche deliberato dal Consiglio Provinciale n. 218 del 19/12/2006 richiede il versamento del  canone sugli impianti pubblicitari visibili da strade di loro competenza che ha natura giuridica diversa dall’Imposta di Pubblicità dovuta al comune.

Costi

Per 10 giorni € 1,24 a foglio. Per ogni periodo successivo di 5 giorni o frazione € 0,37 a foglio.
La tariffa dell'imposta è ridotta alla metà:

  • per la pubblicità effettuata da comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro;
  • per la pubblicità relativa a manifestazioni politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione degli enti pubblici territoriali;
  • per la pubblicità relativa a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficienza.

Tutti i casi di riduzione, esenzione ed esclusione dell'imposta di pubblicità sono indicati negli art. 38,39,40 del 'Regolamento Comunale sulle Imposte Comunali in materi di Affissioni e Pubblicità'.

IMPOSTA DI PUBBLICITA’

PRESUPPOSTO DELL’ IMPOSTA

La diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile.

SOGGETTO PASSIVO D’IMPOSTA

Colui che dispone a qualsiasi titolo il mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario viene diffuso (insegne, cartelli, frecce indicatorie, targhe, automezzi…)

SOGGETTO ATTIVO DELL’IMPOSTA

L’imposta Comunale sulla pubblicità è dovuta al Comune nel cui territorio è effettuata.

DETERMINAZIONE CALCOLO DELL’IMPOSTA
L'imposta sulla pubblicità si determina in base alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto il mezzo pubblicitario indipendentemente dal numero dei messaggi in esso contenuti.
Le superfici inferiori ad un metro quadrato si arrotondano per eccesso al metro quadrato e le frazioni di esso, oltre il primo, a mezzo metro quadrato.
Per i mezzi pubblicitari:
a)  bifacciali: l'imposta è calcolata in base alla superficie risultante, singolarmente, da ciascuna faccia adibita alla pubblicità.

b) polifacciali: l'imposta è calcolata in base alla superficie   risultante, complessivamente, da tutte le facce adibite alla pubblicità.

Per i mezzi pubblicitari aventi dimensioni volumetriche, l'imposta è calcolata in base alla superficie complessiva risultante dallo sviluppo del minimo solido geometrico in cui può essere circoscritto il mezzo stesso.
I festoni di bandierine e simili nonché i mezzi di identico contenuto, ovvero riferibili al medesimo soggetto passivo, collocati in connessione tra loro si considerano, agli effetti del calcolo della superficie imponibile, come un unico mezzo pubblicitario.

TARIFF

Allegato alla deliberazione di Giunta Comunale

PAGAMENTO
Il pagamento dei diritti deve essere effettuato con versamento in C.C.P. n. 21874508 intestato a Comune di Barberino Val d’Elsa - Servizio di Tesoreria.

Informazioni

La richiesta di prenotazione deve essere fatta preventivamente rispetto alla data che interessa per l'affissione, in quanto le richieste vengono poi accolte fino ad esaurimento degli spazi disponibili. L'interessato deve recapitare il materiale da affiggere (manifesti e locandine) all'Ufficio Tributi o all'Ufficio DemoUrp in orario di apertura al pubblico.
La prenotazione si intende perfezionata  e, quindi, l'affissione potrà avere luogo - solo dopo che gli uffici avranno ricevuto la prova dell'avvenuto versamento.

RIDUZIONI
La tariffa per il servizio delle pubbliche affissioni è ridotta alla metà:

  • per i manifesti riguardanti in via esclusiva lo Stato e gli Enti pubblici territoriali e che non rientrano nei casi per i quali è prevista l'esenzione;
  • per i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbiano scopo di lucro;
  • per i manifesti relativi ad attività politiche, sindacali e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione degli Enti pubblici territoriali;
  • per i manifesti relativi a festeggiamenti patriottici e/o religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza;
  • per gli annunci mortuari.

ESENZIONI
Sono esenti dal pagamento della tariffa:

  • i manifesti riguardanti le attività istituzionali o i servizi pubblici locali del Comune, da esso svolti direttamente o a mezzo di azienda speciale, istituzione o società per azioni a prevalente capitale pubblico, esposti nell'ambito del proprio territorio;
  • i manifesti delle autorità militari relativi alle iscrizioni nelle liste di leva, alla chiamata ed ai richiami alle armi;
  • i manifesti dello Stato, delle Regioni e delle Province in materia di tributi;
  • i manifesti delle autorità di polizia in materia di pubblica sicurezza;
  • i manifesti relativi ad adempimenti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, per il Parlamento europeo, regionali, amministrative;
  • ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge;
  • i manifesti concernenti corsi scolastici e professionali gratuiti regolarmente autorizzati.

L'imposta comunale sulla pubblicità è una imposta dovuta da chi diffonde messaggi pubblicitari attraverso forme di comunicazione visive o acustiche in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che siano come tali percepibili.

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ufficio Tributi
Responsabile
Patrizia Bartalesi
Indirizzo
Via Cassia n°49
Tel
055 - 8052213
Fax
055 - 8075668
E-mail
p.bartalesi@barberinovaldelsa.net
Orario di apertura
Lunedì 9.00 - 13.30, Martedì 15.30 - 18.00, Giovedì 9.00 - 13.30, 15.30 - 18.00

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *