Descrizione

Tutti gli scarichi di acque reflue domestiche che non recapitano in pubblica fognatura devono essere autorizzati, con formale atto rilasciato ai sensi dell'articolo 124 del D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.
I titolari di scarichi di acque reflue domestiche che non recapitano in pubblica fognatura devono presentare domanda di autorizzazione allo scarico al Comune utilizzando l'apposito modello disponibile nella sezione modulistica del sito internet o presso l'Ufficio Ambiente.

La durata dell'autorizzazione è di quattro anni decorrenti dalla data del rilascio; sono tacitamente rinnovate in assenza di modifiche qualitative e quantitative dello scarico rispetto a quanto autorizzato.
Le modifiche sostanziali dell'impianto autorizzato quali modifiche di destinazione, ampliamento o ristrutturazione dell'immobile, che comportino variazioni quali–quantitative dello scarico autorizzato, il sistema di trattamento delle acque reflue o il corpo recettore, devono essere espressamente autorizzate con un procedimento analogo a quello della prima autorizzazione.


L'effettuazione di uno scarico in assenza di autorizzazione oppure il mantenimento di uno scarico non conforma a quanto autorizzato, o senza osservarne le prescrizioni, è punita ai sensi della normativa nazionale e regionale vigente.


 


 

Modalità di richiesta

Domanda indirizzata all'Ufficio Ambiente del Comune da compilare su apposita modulistica prestampata (scaricabile da questa pagina).
La modulistica può anche essere richiesta direttamente all'Ufficio Ambiente, che è a disposizione per ogni eventuale ulteriore chiarimento.

Documentazione da presentare

La documentazione da allegare alla domanda è dettagliatamente elencata nel modulo di domanda stesso.

Iter procedura

La domanda può essere presentata all'Ufficio DemoUrp oppure spedita tramite PEC.

Costi

Non sono previsti importi relativi a diritti di segreteria per questa pratica.

Tempi

L'autorizzazione viene rilasciata entro 90 giorni dalla presentazione della domanda, salvo ipotesi di richiesta di integrazioni, con conseguente sospensione dei termini (art. 124 comma 7 D.Lgs. 152/2006).

Normativa di riferimento

Tutti gli scarichi di acque reflue domestiche che non recapitano in pubblica fognatura devono essere autorizzati, con formale atto rilasciato ai sensi dell'articolo 124 del D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.

Regolamento Igenico Sanitario

 

Riferimenti e contatti

Ufficio
Ambiente
Referente
Ing. Nadorini Giovanni
Responsabile
Arch. Masoni Alberto
Indirizzo
Via Cassia n.49
Tel
055 8052207
Fax
055 8075668
E-mail
g.nadorini@barberinovaldelsa.net
Orario di apertura
Lunedì 9.00 - 13.30 - Giovedì 9.00 - 13.30, 15.30 - 18,00

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *